Sospendere
Il cigolio
Che la mia anima
Assorbe alla notte.
Lo lacero scavandogli gli occhi,
Sopprimendo il rumore.
Rimane l’inalterato
Silenziarsi del mio terrore.
Delle vene sanguigne
Che la luna si apre
Sgocciolando il solstizio di
Questa estate
Calda che lo fa addensare, bruciandolo.
Si ferma il respiro: e cado nella spalancata bocca di un’altra notte
Rubata ai fiori schiusi arrampicati nell’ombelico della tempesta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...