ContoIl tempo 

Tra voci

Luci

Intermittenze 

Colori

Ed ansie

Mi separo

Nella separazione 

Me stessa 

Gli altri

Sono storie 

Raccontate 

Al limite 

Di suoni

Che spaccano i timpani.

Il flusso della mia memoria

Va

Lacerandosi

Scoperte le cicatrici 

Il braccio inondato

Un amaro in bocca 

Allora

Come adesso

Si sconta il vivere

Morendo dentro 

Pian piano

Il mio pianto

Sono lame doppie

A rilento

Su un dolce valzer

Ogni passo

È dolore

Ogni speranza 

Ogni voce 

È intrisa di lacrime 

E scrivendo

Vedo mia madre

Bella come lo è lei

di un bellezza 

Che è di malinconia

Sintomo 

E veggenza 

A lei

Che sempre ha creduto in me 

Prima di tutti 

A lei 

Ogni nuvola cede il passo

Ogni mormorio delicato 

Di natura beata

A lei

Solo per lei 

Un amore 

Che nemmeno il taglio

Del cordone ombelicale 

Ha logorato 

A lei

Dedicati i momenti

Più belli

A lei

Qui la speranza giace 

Per lei

Per il cuore 

Che eterno trafitto

Le riempie lo spirito 

A lei

Che è corona 

E ogni spazio, virgola e punto

A lei

I cui suoni 

Colori

Luci 

Le fanno chiudere gli occhi

Gonfia di stanchezza e dolore

Che solleverei dalle sue spalle

Per le mie 

Recise 

A lei

Miglior donna mai esistita 

Creata 

Vissuta 

A lei

Il mio amore indiscusso

E le lacrime anche

Per avere una figlia

Che può soltanto di parole viver

Per lei

Per Laura

Mia mamma

Questa notte

Di uccellini canterini

E un oceano di tenerezze

Che è lei

Assieme a tutto il mio amore

Che del suo

Vive

Fattosi carne. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...