L’artista minuto Ha capelli rosa 

Fino ai piedi

Che fremono 

Ed una lucky strike tra le labbra 

Assorbe in sé 

I suoni della natura 

senza riuscirne a descriverli 

Fogli, fogli grandi, piccoli,

Tele, 

Tanto è nera e dispersa 

Nella disperazione 

La voglia di dipingere 

Tanto più tutto rimane bianco

Un’altra sigaretta 

Le stelle gli chiudono gli occhi 

Recisi i polsi

Le vene iniziano il loro

Muto iniziare

Allora sente e vede 

Il senso del senso 

Di ogni cosa 

Che è vuoto immobile 

Dinoccolato dentro

Sbuffa una risata tra il fumo

E gli alberi smossi dal vento

Nella foresta che è di nessuno

E ricomincia la ricerca

Di cui dipingere il suo essere 

Poiché egli è solo specchio

Per sé 

Tremenda colpa nella notte 

Tutto tace 

e si lascia dipingere
“Il silenzio, lo vedi? È quella linea sottile che diventa tramonto infuocato; per disegnarlo, è necessario divenirlo”
Mi dice 

Sprofondando 

Senza parole 

E tutti i colori

E i suoni

E la vita, morte 

Al cospetto dell’arte. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...