Non poter nemmeno

Scavalcare le onde

Del mio vagare 

Morta, inesorabilmente

Recisa 

Sulle emozioni

Portate a riva d’un istante 

Desolato. 

Annunci

29 pensieri su “Svacalcare

  1. in questo deserto struggente, la tua anima si farà più potente. E’ cosi dalla notte dei tempi…fatti nomade del tuo lungo viaggio in questo deserto e i miraggi, da bagliori, si faranno corpi in oasi dissetanti…anche la morte, nella sua certezza è solo un inganno… ciao.

      1. Ma chi scrive, ha il cuore gentile, e tormentato di amore. O così almeno penso io. Ti leggerò più spesso, è che tra tanti blog mi sfuggono sempre i tuoi post!

      2. grazie… senza modestia so di esserlo ma a volte è un gran fardello. A volte, un bel caratterino è quello che serve in questa vita. Comunque sei molto bravo a scrivere, le tue poesie si leggono semplicemente, senza sforzo, e credimi è un valore aggiunto alla capacità di dar valore al tuo pensiero. Bravo!

      3. non siamo altro che anime belle e fragili, che vagano in rete e che riescono a condensarsi in incroci come questo…la sensibilità non è un fardello, è un dono, a volte doloroso, ma un dono, tienlo caro.

      4. Hai ragione… È anche per questo che scrivo, non solo perché è la mia vita, ma perché posso abbracciare questo dono, come lo chiami tu, con serenità. :)

      5. Non potrei neanche volendo. La poesia è la mia compagna, amante, casa e dea. Non sono brava, non mi reputo poetessa, la amo tanto, amo leggerla e scrivere… Sono cose che sono dentro, nel profondo, non si può smettere, quando si è scelti da questo tipo di amore. Neanche tu, non fermarti, è energia sì, ma è anima che vola sopratutto. :):)

      6. Concordo pienamente… Solo pochi l’hanno… Per me Rimbaud (il mio preferito), Dino Campana, Baudelaire, Antonia Pozzi e Quasimodo… Con tanti altri (ma davvero tanti tanti, anche non famosi) Ma loro sono i miei poeti del cuore <3

      7. Esatto! Mamma mia, Campana che genio! Piango ogni volta che lo leggo: era proprio oltre. Tutto. La visione distorta (e cioè pura) della bellezza, della distruzione, della sua epoca e visioni… Lo adoro.

      8. c’ un bellissimo cd dei canti orfici letti (si fa per dire) da Carmelo Bene, se non ce l’hai procuratelo. E’ una cosa sublime quel che il folle di Marrani esprime attraverso la voce d’oblio di Bene

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...