Scivolavo silenziosa
come un capriolo.

Nella nebbia tra solchi di luce piatta.

Me ne andavo così

Nella mia vita e in quella degli altri.

Non vedevo una piccola parvenza di semi non piantati, li vedevo bacche antiche lasciate scorrere in fiumi segreti.

Poi, invecchiando,

 capii

Il cieco occhio.

Ed il capriolo prese il balzo della tigre e del lupo 

così passarono gli anni

A rimirar il fuoco nell’anima. 

Annunci

4 pensieri su “Come un capriolo 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...