Parole esangui tele incide con coltelli la pittura è il mio fegato l’aria si frantuma si decompone e taccia quello che io urlo ai venti di maggio-ottobre colorano le guance di nero e rosa sul cielo nebbie ed eclissi lunare nelle vene la notte miagola miagola miagola e rimango ferma muovendomi piano piano tra le cose che mi ammazzano elefanti corrono li vedo osservarmi dall’alto coronati d’oro e libertà e allora si corre, si corre com’era prima come lupi come bestie che siamo la luna la luna mi risponde la luna mi comprime e divento cimice schiacciataDivento radice morta e dalla morte Fenice bruciata non appena pensata

Fenici fenici a voi il vostro ardore 

Per me stasera nessuna pietà 

Poesia oh poesia tu unica consolazione della mia miseria 

scrivimi senza paura da cui io vengo cullata poesia rendimi mani capaci di cavalcare il sole e sfiorarlo e bruciarlo e mangiarlo cosicché la luna si rigeneri in me poesia poesia poesia poesia poesia poesia prego poesia poesia poesia poesia amore violento dolce amore poesia aiutami tu dea dell’amore divino che pensavo da quando avevo sei anni poesia Se non ci fossi tu io sarei già cenere 

Annunci

3 pensieri su “Oggi così 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...