Altrove gridava il cuore 

altrove testa, ossa spezzate,

gole recise, voci infrante- altrove – 

Donna, donne, a voi stasera

il canto di statue di Venere con parti mancanti che siamo, eravamo, saremo – altrove –

Il dolore che impiglia farfalle nei capelli – altrove.

Cicatrici dentro e fuori, smagliature, vomito d’amor cantato a squarciagola – altrove 

Andiamo altrove, donne,

Dove i cinguettii raggiungeranno le stesse gole

E quei fili di capelli intrecciati in cuscini di pallido rossore sincero

Altrove, altrove, altrove

amore altrove,

Sofferenza altrove,

Morti bianche altrove,

cieli inondati come sguardi altrove,

Altrove tradimenti altrove sentimenti altrove

Il nostro lamento altrove

Donne

e uomini

Altrove dove basta amore che stesso va’, altrove.

Annunci

13 pensieri su “Altrove

  1. Mamma mia, è proprio tanto bella questa…lo spiazzamento di corpo/anima che la poesia produce nei mille e mille altri tempi ed altri luoghi…è la tensione all’oltre che avverte chi danza su questi confini…bellissima!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...