Ora dimmi a che serve la parolase non a venirti incontro?

proprio ora che la luce scende

e piccola si fa tramutandosi

in silenzio?

dimmi: la tua paura più grande 

qual è?

la mia sei tu, eppure scrivo; ti scrivo immaginandomi scostata un poco, che è tre passi indietro.

eppure è proprio per questo

che scrivo credo.

non vedi, come la parola sia contatto e tatto al contempo?

t’ho teso la mano: 

tu ora sorridi, persona.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...