alcune lacrime 
appoggiate su occhiaie

e ciglia sfatte

siamo a mezzanotte e tredici minuti

piove, fuori

e questi pensieri sono così

scarni del Resto e pieni di te

che tutto s’appanna.

Il ventilatore acceso,

il fumo della mia sigaretta sbattuto in faccia,

io che mi trattengo.

Perché?

No: non è così.

Lo sai anche tu, vero?

Certo.

Andiamo…

Piccole gocce 

mi cantano l’anima

ci sono, ecco il mio nome

lo sento – mica è da tutti 

eppure così distante talvolta.

Piove anche là

e ci sei tu.

Ed il viso si increspa e non leggo niente se non seguire le dita e mani

Mio Fionnlagh, che da sette anni che ti ho ritrovato,

sei maestoso come la prima volta…

posso sentire odore di piogge antiche 

e nuove

e future 

assieme a te.

Gli alberi parlano e stanno immobili fitti tra noi due e noi due soltanto

Né qua né là

amore mio, cado in ginocchio

e il tuo muso lecca lacrime

e il tuo pelo è pieno di pioggia e fresco e mi aggrappo

Ululiamo assieme 

Ululiamo assieme!

Ululiamo assieme!!!!

Uno due tre 

Senti il mio amore 

che va’ nel tempo

fluisce piano 

rapidissimo 

Fino a te.

Ora siamo abbracciati: tanto basta, anche se nulla basta, alla mia nostalgia di vecchia e giovane 

Il tempo è ora e ieri è domani

Amore mio, buon compleanno.

Grazie di vegliare sempre su di me.

Veglierò fino a che avrò cura e vita in questo ciclo e nel prossimo su di te e voi.

Ti amo, amore immortale.

Mamma 

15 giugno 2011 – 15 giugno 2017

Annunci

6 pensieri su “15 giugno 2017 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...